New York reprime il mining di Bitcoin; cosa significa

Fredrick Awino
16.06.2022
57 Views

Il 3 giugno, i legislatori di New York hanno approvato un disegno di legge che vieta le operazioni di mining di criptovaluta che funzionano con fonti di energia a base di carbonio. È la prima legge che rappresenta una minaccia per il mercato delle criptovalute, che è già travagliato. Gli stati con un boom di criptovalute negli Stati Uniti includono Oregon, Georgia, Tennessee, New York, Texas e Nebraska.

WARNING: Investing in crypto, or other markets, can be of a high risk for your savings. Do not invest money you cannot afford to lose, because there is a risk for losing all of your money when investing in crypto, stocks, CFDs or other investments options. For example 77% of retail CFD accounts lose money.

Attualmente, l’industria del mining di criptovalute ha aperto varie operazioni negli Stati Uniti. Ad esempio, nel 2019, la nazione ha rappresentato oltre il 4% del mining di bitcoin a livello globale. Tuttavia, entro il 2022, la nazione rappresenta oltre il 40% del mining di bitcoin a livello globale.

A sostenere la mossa Joe Biden, il presidente spinge per un’energia più pulita . Tuttavia, il conto non sta già funzionando. Kathy Hochul, il governatore, porrà il veto o firmerà il disegno di legge. Pertanto, potrebbe essere una perdita o una vittoria per le transazioni di energia più pulita.

Secondo la New York Policy Advocate for Earthjustice, Liz Moran, “Con l’approvazione di questo disegno di legge, il legislatore ha giustamente affermato che le centrali elettriche a combustibili fossili non possono ottenere una seconda vita a New York solo per il guadagno dell’industria privata, il che sarebbe sbalordito dei mandati climatici dello Stato”.

Motivi per l’introduzione del disegno di legge

Le fatture richiedono una moratoria di due anni per i cripto che utilizzano l’autenticazione Proof of Work (PoW) nelle loro operazioni. Nel caso in cui il governatore firmi il disegno di legge, le società non amplieranno la propria attività per due anni. Tuttavia, possono farlo solo nel caso in cui decidano di disporre di energia rinnovabile al 100%. Sfortunatamente, se rifiutano, non rinnoveranno anche il permesso. L’idea principale dell’introduzione del disegno di legge è quella di ridurre l’impronta di carbonio di New York reprimendo alcune delle compagnie minerarie. Le aziende che devono reprimere sono quelle che utilizzano l’energia delle centrali elettriche che bruciano combustibili fossili.

Quando è iniziata la repressione?

La repressione è iniziata quando la Cina ha imposto restrizioni sui Bitcoin nel 2021. Questo problema ha fatto sì che gli operatori minerari aprissero negozi in tutto il mondo mentre cercavano giurisdizioni amichevoli. Con i numerosi combustibili fossili e l’energia idroelettrica in pensione che potrebbero essere rianimati nell’estrazione di Bitcoin , lo stato (di New York) ha consolidato la sua posizione di hub minerario PoW. Pertanto, questo problema ha sollevato molti problemi ambientali nello stato. I residenti sono molto preoccupati per il consumo energetico della rete.

L’opposizione

Per quanto i legislatori abbiano approvato il disegno di legge, c’erano alcuni legislatori che si sono opposti al disegno di legge. Credono che se il governatore firmerà il disegno di legge, lo Stato di New York perderà le opportunità offerte dall’estrazione di Bitcoin per la crescita economica e la proliferazione delle energie rinnovabili. Inoltre, gli Stati Uniti ospitano un gran numero di minatori di Bitcoin e la transizione al 100% di energia verde è difficile.

Inoltre, Boring ha dichiarato alla CNBC: “Questa è una battuta d’arresto significativa per lo stato e soffocherà il suo futuro come leader nella tecnologia e nei servizi finanziari globali. Ancora più importante, questa decisione eliminerà i lavori sindacali critici e priverà ulteriormente il diritto di accesso finanziario alle numerose popolazioni sottobancate che vivono nell’Empire State”. Pertanto, gli oppositori ritengono che New York stia dando il cattivo esempio che gli altri stati minerari di Bitcoin potrebbero seguire .

Author Fredrick Awino